Ordinamento Politico, banche, numismatica e filatelia

Ordinamento Politico
San Marino non ha una vera Costituzione, ma instaura il proprio ordinamento politico sugli statuti del 1600 e sull’antico “Statuto dei Diritti dei Cittadini e dei principi fondamentali dell’ordinamento sammarinese”.
Potere esecutivo, legislativo e giudiziario sono affidati ad istituti specifici.
La piramide istituzionale ha, ai vertici, i Capitani Reggenti, ossia i capi di stato. Essi vengono rieletti ogni 6 mesi con una Cerimonia di Insediamento solenne, che si svolge il 1° aprile e il 1° ottobre, giorni di festa nazionale.
Il potere legislativo è detenuto dal Consiglio Grande e Generale, composto da 60 consiglieri che vengono eletti ogni 5 anni.
Per quanto riguarda il potere esecutivo, invece, esso è esercitato dal Congresso di Stato, organo composto da 10 Segretari di Stato, equivalenti ai ministri italiani, e dai 2 Capitani Reggenti.
Il potere giudiziario è detenuto dai magistrati: il Giudice delle Appellazioni, il Commissario di Legge, il Giudice Conciliatore e l’Uditore Commissariale sono organi della giurisdizione ordinaria.
I giudici di primo grado e d’appello si occupano della giurisdizione amministrativa, mentre il Collegio dei Garanti è l’Organo di Garanzia Costituzionale.

Sistema Bancario
La Repubblica di San Marino assume spesso nell’immaginario collettivo l’immagine di un paradiso fiscale e poco trasparente dove è facile conservare patrimoni di qualsiasi derivazione in assenza di tassazione e di controllo.
Probabilmente tale immagine dipende da una normativa passata che probabilmente ebbe l’effetto di incoraggiare traffici bancari di ogni tipo.
Basti pensare che alla fine del 2005 erano 42 le Società Fiduciarie e Finanziarie presenti sul Titano, 12 gli Istituti di Credito con un numero di filiali che sfiorava quota 60.
Oggi, in seguito anche alle direttive europee imposte dal Moneyval, che avevano relegato la Repubblica di San Marino nella lista nera dei paesi non collaborativi, il governo sammarinese sta emettendo provvedimenti atti a riformare completamente il sistema bancario e finanziario in nome di trasparenza e rispetto delle norme europee contro i traffici illeciti.
Oggi San Marino possiede 12 istituti bancari. Il più antico, fondato nel 1880 è la Cassa di Risparmio di San Marino: con le sue 16 filiali rappresenta l’istituto di credito più importante e rappresentato del Titano.

Numismatica e Filatelia
Sono i simboli dell’antica Repubblica della Libertà: rappresentano un’importantissima fonte di entrate per lo Stato, ma soprattutto identificano un’antichissima tradizione.
Monete e francobolli vengono emessi dall’Aasfn, Azienda Autonoma di Stato Filatelica e Numismatica, afferente al Ministero del Bilancio e delle Finanze. Il 1° francobollo venne emesso il 1° agosto 1877: recava impresso lo stemma della Repubblica.
Da allora, i francobolli hanno seguito le tappe principali della storia e delle istituzioni sammarinesi, nonchè celebrato personaggi illustri ed eventi di rilievo. Per quanto riguarda le monete, invece, dobbiamo tornare indietro nella storia al 1862, anno in cui viene coniata la prima moneta di San Marino: era in rame, valeva 5 centesimi e venne coniata in 280 esemplari.